men¨ top
la gravidanza la nascita donna e mamma il bambino da 0 a 12 mesi il bambino da 1 a 3 anni
entra anche tu...

 Benessere e sessualità della coppia

 

Il benessere come scelta

Che cos’è il benessere? È innanzitutto salute fisica e assenza di malattie, ma è anche serenità psicologica, equilibrio emozionale, armonia ambientale e, perché no, appagamento sensoriale e sessuale. Il benessere è lo stato ottimale di ogni elemento che compone la fisiologia dell’essere umano.
Ma il benessere è soprattutto una scelta. Una presa di posizione nei confronti della vita, la decisione consapevole e volontaria di prendersi cura di sé a 360°, per stare bene nel proprio corpo, nella propria mente e nel proprio cuore.
È un processo attivo che implica delle scelte focalizzate sulla propria vita, sul proprio stato di salute, sul proprio equilibrio psicologico ed emotivo. Non è una conquista facile, ma un percorso che dura tutta la vita e che richiede impegno costante e obiettivi chiari. Non basta prevenire le malattie e curare gli acciacchi, in una visione olistica e globale del benessere è incluso anche il perseguimento di uno stato di serenità e beatitudine che non viene da sé ma va ricercato e voluto, attraverso la realizzazione dei propri bisogni e dei propri desideri.

Benessere significa raggiungere il livello più alto di funzionamento delle sei dimensioni dell’uomo: fisica, emotiva, intellettuale, spirituale, ambientale e sociale.

Il benessere fisico si realizza attraverso il mantenimento di un corpo sano: mangiare bene, tenersi in forma, dormire adeguatamente ed evitare le “cattive” abitudini sono tutte azioni che necessitano di una responsabilità personale.

Il benessere emotivo è la capacità di comprendere i propri sentimenti, di gestire lo stress e le sfide, di esprimersi apertamente e di raggiungere un equilibrio emotivo. Questa è la dimensione che ci regala positività ed entusiasmo verso noi stessi e la nostra vita.

Il benessere intellettuale valorizza la crescita della nostra mente e l’esplorazione dei propri interessi personali, la creatività e il problem-solving.

Il benessere spirituale è il raggiungimento personale di uno stato di armonia interiore e di apprezzamento per la bellezza della vita. Servono etica personale, valori saldi e rispetto degli altri.

Il benessere ambientale è la capacità di vivere in un ambiente pulito e sicuro. Per rendere concreta questa dimensione sono necessari aria pulita, acqua pura, cibo nutriente e di buona qualità, sicurezza personale e lavorativa, ambiente domestico adeguato.

Il benessere sociale è l’abilità di comunicare con gli altri e mantenere i rapporti soddisfacenti con la propria famiglia. Questa dimensione incoraggia a vivere in armonia con gli altri e con la propria comunità, e allo stesso momento ad avere un interesse per il bene comune. 

Del resto, il concetto di una visione olistica del benessere, oltre che avere una radice nel pensiero filosofico sia orientale sia occidentale, trova recenti conferme anche in campo medico-scientifico. E persino nel rapporto della Commissione Salute dell'Osservatorio europeo su sistemi e politiche per la salute, è stata proposta la definizione di benessere come "lo stato emotivo, mentale, fisico, sociale e spirituale di ben-essere che consente alle persone di raggiungere e mantenere il loro potenziale personale nella società". Tutti questi aspetti sono rilevanti, ma ancora più importante è che questi siano tra loro equilibrati per consentire agli individui di migliorare il loro benessere *.

Ma il benessere individuale non può prescindere da quello collettivo: ogni persona in grado di ricercare e coltivare il suo benessere riversa anche sulle persone amate le stesse cure e le stesse attenzioni che dedica a sé.
A mano a mano che una persona diventa una coppia, e una coppia diventa una famiglia, la ricerca del benessere si riempie di maggiore significato e raggiunge il culmine della sua espressione. Prendersi cura dei propri cari, curare la loro alimentazione, il loro riposo, il loro star bene quotidiano, procura la stessa realizzazione e lo stesso soddisfacimento della ricerca del benessere della propria persona.

 

A cura di Roberta Camisasca

 

* Fonte di questo paragrafo: wikipedia

 

Non è facile parlare di sessualità in gravidanza. Sono molti i tabù da affrontare: riuscirò a rilassarmi? Al bambino farà male? E il mio compagno sarà in grado di capire il mio nuovo stato? Parlando di sesso col pancione, le opinioni si dividono: c'è chi preferisce praticare l'astinenza ("dicono che non fa male, ma non si sa mai!"), e chi invece si sente bene nel proprio corpo di futura mamma e non ha problemi a vivere una sessualità serena. Un ruolo importante, in questa forbice di comportamenti, è giocata anche dal papà, e anche qui il pensiero non è mai univoco: uomini super-apprensivi e timorosi da una parte, focosi e stuzzicati dalle nuove rotondità dall'altra. E tu da che parte stai? Come vivete tu e il tuo compagno la vostra intimità "a tre"? Ti aspettiamo nel nostro forum!

 

Invia a un'amica

 

 

Si ringrazia VivereWealth per aver messo a disposizione i suoi consulenti per la
realizzazione di questo Speciale.

Febbraio 2008

...nella community del benessere
 
 

FORUM

 
Speciale Benessere N. 1