imiobabyTV

Gli altri speciali

Importanza e finalità della visita pediatrica
video Dr. Piercarlo Salari

Video-intervista al
Dr. Piercarlo Salari

Medico Specialista in Pediatria - Divulgazione Sciantifica
Buonarroti Medical Center
Milano


Buonarroti Medical Center
Calcola la data del parto Calcola la data del parto Le curve di crescita del neonato Le curve di crescita del neonato
Le curve di crescita prenatale Le curve di crescita prenatali L'agenda mamma e bambino L'agenda mamma e bambino
Calcola la lunghezza del feto Calcola la lunghezza del feto La grafia dei nove mesi La grafia dei nove mesi
Calcola il tuo aumento di peso Calcola il tuo aumento di peso Cosa dicono i suoi disegni Cosa dicono i suoi disegni

Inserisci un nome...

e scopri il suo significato »

Nascere

Rassegna scientifica

In questo numero:
Giocare coi sogni, nutrire il desiderio, costruire progetti, coltivare speranza »

archivio
premio www     DonnaClick
partecipa al sondaggio

Il conteggio fino a 10

Lo stato di benessere del bambino può essere valutato anche dalla mamma, che sicuramente è il giudice più attendibile, con il conteggio dei movimenti percepiti durante il giorno. Si tratta di un auto esame molto semplice che, naturalmente, va attuato solo nelle ultime settimane di gravidanza o quando c'è una drastica diminuzione dei movimenti fetali.

In pratica, la donna deve contare mentalmente i movimenti attivi del feto (ogni singolo movimento, escluso "il singhiozzo") e annotare l'ora in cui avviene il decimo. Se nell'arco delle 12 ore di osservazione (naturalmente è preferibile fare questo durante il giorno) non sono stati percepiti almeno dieci movimenti, non bisogna allarmarsi, ma è meglio recarsi in ospedale ed effettuare un monitoraggio cardiotocografico. Ricordiamo, infatti, che la madre percepisce sempre un numero inferiore rispetto ai reali movimenti del proprio bambino e che non sempre la diminuzione di questi è segno di sofferenza fetale.

Per rilevare questo parametro è disponibile un apposita scheda grafica (che si può anche stampare) sulla quale, ogni giorno, la donna annota solo l'ora del 10º movimento.

Naturalmente, anche durante la "vita prenatale" vale la regola che "il buon tempo si vede dal mattino". Se il bimbo è attivo di buon ora, la madre è più tranquilla; infatti vi sono donne che all'alba hanno già contato decine di movimenti e possono essere, pertanto, sollevate dal compito di compilare la tabella!

Che dire dei bimbi che di giorno riposano e di notte sono così vivaci da tenere svegli la mamma e, qualche volta, anche i papà? Ognuno ha il suo bioritmo e, se un bambino si muove tanto di notte e riposa di giorno, è più che normale. Nessuna preoccupazione, non è detto che quest'atteggiamento continui anche dopo la nascita!

Un’ultima considerazione: solitamente il bambino si muove maggiormente quando voi vi sdraiate e vi rilassate, per esempio la sera o la notte, piuttosto che di giorno, soprattutto se vi muovete molto, perché durante il vostro movimento il bambino dorme di più perché viene cullato!!! Quindi non preoccupatevi se conterete spesso il decimo movimento nella tarda giornata, l’importante che lo contiate entro le 12 ore!!

     
2015© ILMIOBABY.COM SRL - TUTTI I DIRITTI D'AUTORE RISERVATI