imiobabyTV

Gli altri speciali

Lo screening delle malattie cromosomiche in gravidanza
video Dr. Rocco Gallicchio

Video-intervista al
Dr. Rocco Gallicchio

Specialista in Ostetricia e Ginecologia, Esperto in Diagnosi Prenatale,
Direttore Sanitario
Buonarroti Medical Center Milano


Buonarroti Medical Center
Calcola la data del parto Calcola la data del parto Le curve di crescita del neonato Le curve di crescita del neonato
Le curve di crescita prenatale Le curve di crescita prenatali L'agenda mamma e bambino L'agenda mamma e bambino
Calcola la lunghezza del feto Calcola la lunghezza del feto La grafia dei nove mesi La grafia dei nove mesi
Calcola il tuo aumento di peso Calcola il tuo aumento di peso Cosa dicono i suoi disegni Cosa dicono i suoi disegni

Inserisci un nome...

e scopri il suo significato »

Nascere

Rassegna scientifica

In questo numero:
Giocare coi sogni, nutrire il desiderio, costruire progetti, coltivare speranza »

archivio
premio www     DonnaClick
partecipa al sondaggio

Gravidanza e Sclerosi Multipla

Sclerosi multipla e gravidanza »
Prepararsi alla gravidanza »
Sclerosi Multipla e concepimento »
L'ombrello protettivo »
L'assistenza durante la gravidanza »
La fatica in gravidanza
Alimentazione, gravidanza e SM »
Il controllo della SM e dello sviluppo fetale »
Come affrontare il travaglio e il parto »
Sclerosi Multipla e taglio cesareo »
Sclerosi Multipla e allattamento »
Puerperio e SM »
Il ruolo del partner, dei familiari e degli amici »
La tutela della maternità »
SM e contraccezione orale »

La fatica in gravidanza

La fatica è uno dei sintomi più comuni tra le persone che soffrono di SM e per molte il più frequente e quello che influenza maggiormente la qualità di vita quotidiana, sotto tutti i punti di vista: fisico, psichico, emotivo. Ha un andamento molto variabile da persona a persona e questo implica l’assenza di un’unica modalità di gestione della stanchezza. Per alcune persone possono essere utili dei farmaci prescritti dal proprio specialista, per la maggior parte dei casi, tuttavia, soltanto una combinazione di strategie di autogestione, fisioterapia e specifici esercizi possono ridurre, anche in modo efficace, l’impatto della fatica.

Le donne con SM, spesso, si sentono molto stanche durante la gravidanza, soprattutto durante il primo trimestre e sono molto preoccupate di come faranno a gestire questo sintomo una volta nato il bambino. La fatica e il senso di inadeguatezza acuito dalla fatica sono sintomi comuni e normali per tutte le gestanti, anche quelle senza SM, sia durante il postpartum che l’allattamento. D’altra parte quest’ultimo è un’esperienza fondamentale per mettere le basi del legame affettivo madre-figlio ed è importante fare tutto il possibile per poterlo realizzare. Il ruolo del compagno o del familiare o dell’infermiere è anche in questo caso fondamentale per incoraggiare la donna, confortarla, aiutarla a confrontarsi con le sue paure, suggerendo tecniche e consigli pratici per prevenire e gestire al meglio sia la fatica sia altri sintomi che possono influenzare la qualità della vita della futura mamma.

È proprio durante le prime ore/giorni dalla nascita che la neomamma necessita del maggior supporto ed incoraggiamento da parte di chi gli sta vicino. Sono momenti speciali, di grande eccitazione, gioia,  turbamenti, preoccupazioni per il futuro, che incidono e acuiscono la fatica ed altri sintomi della SM.

Capire la propria fatica … »
… e imparare a gestirla »

Capire la propria fatica …

Analizzare l’insorgenza e l’andamento della propria fatica può essere il primo passo per identificare come minimizzarne gli effetti sulla propria vita quotidiana.

Redigere un diario »
Affrontare i fattori che contribuiscono all’insorgenza della fatica »

Redigere un diario

 

Affrontare i fattori che contribuiscono all’insorgenza della fatica
Osservando il diario man mano che lo compilate, e facendo attenzione alla qualità del vostro sonno e alla vostra salute in generale (tendenza alle infezioni, farmaci che assumete, ansia, sbalzi d’umore etc) potrete già rendervi conto che esistono alcuni fattori che potrete quantomeno aggiustare da sole o con l’aiuto, ogni volta che sia necessario, del vostro infermiere specializzato o dello specialista che vi segue. Continuando a compilare il diario, vi accorgerete degli eventuali cambiamenti in relazione alla fatica.

Sonno La mancanza di sonno può essere una delle principali cause di fatica e può essere a sua volta causata da altri sintomi che, potenzialmente, possono essere controllati meglio.
Altri fattori, per esempio il rumore o il consumo di troppa caffeina possono influenzare il sonno (I caffè vanno aboliti durante la gravidanza). Per assicurarsi un sonno riposante vale la pena di fare tutti gli aggiustamenti possibili alle proprie abitudini quotidiane.
Rischio di infezioni Raffreddori, attacchi influenzali o infezioni urinarie possono essere molto debilitanti e aggravare la fatica.
Farmaci Molti farmaci utilizzati per la gestione della SM e dei suoi sintomi possono determinare l’insorgenza di effetti collaterali tra cui la fatica. Se avete cominciato ad assumere un nuovo farmaco, e notate un peggioramento della fatica, fatelo presente al vostro specialista e/o a chi vi assiste. Possono esservi trattamenti alternativi.
Ansia, malinconia, depressione Anche i sintomi della sfera emozionale, non infrequenti in chi soffre di SM, possono determinare un peggioramento della fatica ma, considerato che la fatica stessa può incidere sull’umore è difficile distinguere quale sia la causa e quale l’effetto. In ogni caso, è importante rivolgersi al proprio medico per cercare di migliorare l’umore; ciò non potrà che influenzare positivamente anche la stanchezza. D’altra parte ogni espediente speso per minimizzare la stanchezza e lo stress tenderanno a migliorare l’umore.
Altri sintomi La SM può causare un’ampia varietà di sintomi; alcuni potrebbero incidere anche sulla stanchezza; se compilando il diario si nota qualche correlazione, è consigliabile parlarne con il proprio specialista.


 

… e imparare a gestirla

Superare la fatica è possibile, pianificando bene le attività e sfruttando al meglio le risorse di energia. La fatica può essere alleviata, consigliando alla donna di bere molto, di mangiare grassi vegetali, cercando di mantenere fresca la temperatura dell’ambiente in cui vive. Molto utile, se non indispensabile, è l’utilizzo di aria climatizzata, in presenza di un clima o di un ambiente eccessivamente caldi. Docce fresche possono essere utili, così come è molto importante mantenere un ambiente circostante sereno e di buon umore. Anche una vita senza particolari stress, con un buon equilibrio fra riposo e una moderata, ma regolare, attività fisica, può contribuire al senso di benessere della donna incinta o della neomamma affetta da SM.

Ma l’aspetto più importante, per superare la stanchezza è, in generale, il saper gestire se stessi e le proprie energie, in maniera sempre adeguata. Oltre a queste misure, può essere considerato con il proprio medico, l’eventuale uso di farmaci che possono ridurre la fatica, migliorando l’umore della persona e rendendola più energica ed efficiente.

Consigli per gestire meglio lo stress e la fatica durante la gravidanza e l'allattamento
Priorità
Benessere personale e ambientale
Riposo
Alimentazione
Postura
Attività fisica
Delegare

 

  Gravidanza e Sclerosi Multipla  
« pag 5 pag 6 di 15 pag 7  »

 

 

     
2015© ILMIOBABY.COM SRL - TUTTI I DIRITTI D'AUTORE RISERVATI