imiobabyTV

Gli altri speciali

Tiroide e gravidanza - quali variazioni? Quali rischi?
video Dr. Edoardo Baggio

Video-intervista al
Dr. Edoardo Baggio

Specialista in Endocrinologia
Buonarroti Medical Center
Milano


Buonarroti Medical Center
Calcola la data del parto Calcola la data del parto Le curve di crescita del neonato Le curve di crescita del neonato
Le curve di crescita prenatale Le curve di crescita prenatali L'agenda mamma e bambino L'agenda mamma e bambino
Calcola la lunghezza del feto Calcola la lunghezza del feto La grafia dei nove mesi La grafia dei nove mesi
Calcola il tuo aumento di peso Calcola il tuo aumento di peso Cosa dicono i suoi disegni Cosa dicono i suoi disegni

Inserisci un nome...

e scopri il suo significato »

Nascere

Rassegna scientifica

In questo numero:
Giocare coi sogni, nutrire il desiderio, costruire progetti, coltivare speranza »

archivio
premio www     DonnaClick
partecipa al sondaggio

Se state programmando una gravidanza e volete affrontare questo grande progetto nel migliore dei modi, preparandovi con serenità e sentendovi al massimo del vostro benessere fisico, oltre alla visita ginecologica e agli esami preconcezionali indispensabili, può essere utile fissare alcuni controlli specialistici per fare il punto sul proprio stato di salute. Per qualsiasi dubbio o incertezza sulla necessità di questi controlli, rivolgetevi al vostro medico di fiducia o al vostro ginecologo che conoscendovi, potrà fornirvi consigli mirati al vostro caso.


L'appuntamento dal dentista »
La visita dall'oculista »
Il controllo dal dermatologo »
L'ecografia del seno »
La misurazione della pressione »
Il consiglio di un dietologo »

È sempre utile anche se vi sembra di avere una dentatura sanissima. Potreste nascondere qualche piccola carie che è meglio sanare subito per evitare sia la diffusione dei batteri responsabili sia interventi durante la futura gravidanza.
L’igiene orale e la salute della bocca vanno curati con particolare attenzione in questo periodo anche perché l’aumento degli ormoni durante la gravidanza provocherà una maggiore irrorazione delle gengive (per questo in alcune donne possono sanguinare più facilmente) facilitando la formazione di placca e tartaro, soprattutto nelle donne già predisposte.
Se quando farete questa visita saprete già di essere incinte, avvertite il dentista in modo che se deve procedere ad una piccola anestesia locale (innocua sia per la mamma che per il feto) possa utilizzare il farmaco più adatto.

 

Avete un disturbo visivo o portate le lenti a contatto? Soprattutto nel vostro caso se desiderate avere un bambino è consigliabile fissare un appuntamento dall’oculista che vi darà utili informazioni. Durante la gravidanza la composizione del film lacrimale e le caratteristiche della cornea si modificano temporaneamente. Alcune donne diventano intolleranti alle lenti a contatto e devono prevedere di utilizzare gli occhiali da vista durante tutta l’attesa. Altre donne, in particolare quelle affette da miopia, accusano un peggioramento della vista durante la gravidanza, perché il contenuto idrico del cristallino tende ad aumentare. Un controllo preventivo può quindi aiutarvi a monitorare il disturbo visivo per i nove mesi di attesa e l’allattamento al seno. In genere l’occhio ritorna nelle sue condizioni originarie una volta nato il bebè.

 

Soprattutto per le donne che hanno macchie cutanee e nei, una visita dal dermatologo rappresenta la migliore prevenzione verso il melanoma (tumore della pelle che può guarire del tutto quando diagnosticato precocemente). Questo controllo andrebbe fatto ogni anno ed in particolare se si progetta una futura gravidanza. Perché? Perché durante l’attesa i melanociti (le cellule della pelle che formano i nei) subiscono una maggiore stimolazione da parte di alcuni ormoni della gravidanza. Questo spiega perché i nei già presenti tendono a diventare più bruni, possono comparirne altri e alcune aree pigmentate del corpo (per es l’areola) appaiono più scure. Il dermatologo vi consiglierà di controllare periodicamente i nei, mediante autoesame ogni 2-3 mesi, contattandolo per qualsiasi dubbio.

 

Anche questo è un esame utile se si sta progettando di fare un bambino, in particolare per le donne con più di 20 anni predisposte alla formazioni di noduli e cisti. È un esame innocuo e indolore che utilizza gli ultrasuoni per identificare l’eventuale presenza di masse anomale all’interno della ghiandola mammaria. Rappresenta il più valido strumento per la prevenzione dei tumori alla mammella, quindi anche dopo la gravidanza sarebbe utile prevedere un controllo una volta all’anno. In caso l’esame identifichi delle formazioni benigne voluminose, può essere consigliabile – previo consiglio del proprio ginecologo – asportarle prima di un eventuale concepimento. Durante la gravidanza, infatti, queste formazioni potrebbero ingrossarsi ulteriormente, stimolate dagli ormoni estrogeni, procurando dolori e fastidi al seno. Se le dimensioni sono piccole, basta solo tenerle sotto controllo periodicamente.

 

Ecco un altro esame importante, soprattutto se siete una donna ipertesa, cioè con valori di pressione che si mantengono costantemente elevati (Minima ≥ 90 mmHg e Massima ≥ 140 mmHg confermati in almeno 2 misurazioni consecutive ripetute a distanza di almeno 4 ore l’una dall’altra; mmHg = millimetri di mercurio, unità di misura dei valori pressori). Se siete ipertese o appartenete ad una famiglia dove esiste una predisposizione all’ipertensione, prima di pensare ad una gravidanza sarebbe consigliabile cercare di stabilizzare i valori pressori entro il range normale. Chiedete consiglio al vostro medico curante, attualmente esistono degli indici ematochimici, biologici e clinici per identificare in anticipo le donne a rischio. L’ipertensione in gravidanza aumenta il rischio di preeclampsia, una malattia gravidica che si manifesta con valori pressori elevati dopo la 20ª settimana di gestazione associati a perdita di proteine attraverso le urine (proteinuria).

 

Se tendete facilmente a ingrassare e a ritenere liquidi o se siete in sovrappeso, il controllo del peso e della massa corporea diventa indispensabile già prima di iniziare una gravidanza. Potete parlarne con il vostro medico curante o fissare una visita con un dietologo che possa consigliarvi una dieta varia ed equilibrata, adatta ai vostri gusti ed alle vostre esigenze, ricca di frutta e verdura, che vi faccia recuperare un peso adeguato per affrontare al meglio la gravidanza desiderata. Naturalmente anche una regolare attività fisica potrà aiutarvi a perdere i chili in eccesso e a mantenere una buona tonicità muscolare. Le donne in sovrappeso corrono maggiori rischi di complicazioni durante la gravidanza e anche durante il parto.

     
2015© ILMIOBABY.COM SRL - TUTTI I DIRITTI D'AUTORE RISERVATI