imiobabyTV

Gli altri speciali

Benessere Termale In Gravidanza
video Dott.ssa F. Rosso

Video-intervista alla
D.ssa Francesca Rosso

Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Buonarroti Medical Center
Milano


Terme Levico VetrioloGrand Hotel Bellavista
Calcola la data del parto Calcola la data del parto Le curve di crescita del neonato Le curve di crescita del neonato
Le curve di crescita prenatale Le curve di crescita prenatali L'agenda mamma e bambino L'agenda mamma e bambino
Calcola la lunghezza del feto Calcola la lunghezza del feto La grafia dei nove mesi La grafia dei nove mesi
Calcola il tuo aumento di peso Calcola il tuo aumento di peso Cosa dicono i suoi disegni Cosa dicono i suoi disegni

Inserisci un nome...

e scopri il suo significato »

Nascere

Rassegna scientifica

In questo numero:
Giocare coi sogni, nutrire il desiderio, costruire progetti, coltivare speranza »

archivio
premio www     DonnaClick
partecipa al sondaggio

Cellule staminali: a domanda, risposta



A cura di: Ufficio Stampa Sorgente

 

Ecco qualche risposta alle domande più frequenti che assillano le menti di mamme e papà.
La scelta tra donazione cordone ombelicale e conservazione privata non è certo delle più semplici: è un argomento delicato e importante e necessita della corretta informazione. Vediamo di rispondere ad alcune delle perplessità più comuni.
 
Al momento del parto chi sarà a effettuare il prelievo di sangue dal cordone ombelicale?
Infermieri, ostetriche o i medici ginecologi normalmente sono i responsabili di questa operazione e proprio per questo vengono istruiti e preparati al meglio.

Ci sono dei vantaggi oppure delle possibili complicazioni scegliendo la conservazione privata del cordone ombelicale?
Il vantaggio maggior scegliendo la conservazione privata è sicuramente l’immediatezza nella disponibilità delle cellule staminali in caso di bisogno e inoltre la loro totale compatibilità con il bambino, essendo di solito lo stesso individuo dal cui cordone sono state prelevate.
L’unica incertezza e problematica potrebbe essere per un’insufficienza delle cellule staminali raccolte nel campione di sangue cordonalie, ma per fortuna la scienza continua ad avanzare e quindi già oggi è possibile aumentare in vitro il numero delle cellule staminali disponibili per il trapianto superando così il problema.

Se si sceglie di partorire in casa ci sono delle complicazioni?  
Assolutamente no. Sarà necessario consegnare all'ostetrica che assisterà durante il parto, tutto il kit di prelievo che la biobanca del cordone ombelicale avrà inviato e insieme a questo la relativa documentazione in merito al procedimento da seguire per il prelievo.

Per un parto gemellare è prevista una procedura differente?
Dipende: per i gemelli omozigoti basterà un solo prelievo, perché le cellule staminali cordonali di uno sono compatibili al 100% con l’altro, mentre per i gemelli eterozigoti sarà necessario un doppio prelievo e, dunque, con una doppia conservazione.

Come si fa a sapere se c’è compatibilità con gli altri membri della famiglia?
Per esempio se un fratello avesse bisogno delle staminali conservate?

La premessa è che l'istocompatibilità è ereditaria, il che vuol dire che più ci si allontana con i gradi di parentela, più diminuiscono le probabilità di compatibilità tra donatore e ricevente. I genitori del bambino hanno una compatibilità che arriva fino al 50%, mentre i fratelli arrivano al 25%. Ci sono esami specifici che servono a determinare la compatibilità (HLA - Human Luekocyte Antigen): alcuni possono essere eseguiti al momento della crioconservazione, oppure in seguito, attraverso un semplice prelievo di sangue.

 

Per maggiori informazioni: www.sorgente.com

 


     
2015© ILMIOBABY.COM SRL - TUTTI I DIRITTI D'AUTORE RISERVATI