imiobabyTV

Gli altri speciali

Benessere Termale In Gravidanza
video Dott.ssa F. Rosso

Video-intervista alla
D.ssa Francesca Rosso

Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Buonarroti Medical Center
Milano


regione trentinoGrand Hotel
Calcola la data del parto Calcola la data del parto Le curve di crescita del neonato Le curve di crescita del neonato
Le curve di crescita prenatale Le curve di crescita prenatali L'agenda mamma e bambino L'agenda mamma e bambino
Calcola la lunghezza del feto Calcola la lunghezza del feto La grafia dei nove mesi La grafia dei nove mesi
Calcola il tuo aumento di peso Calcola il tuo aumento di peso Cosa dicono i suoi disegni Cosa dicono i suoi disegni

Inserisci un nome...

e scopri il suo significato »

Nascere

Rassegna scientifica

In questo numero:
Sono le emozioni a darci ogni mattina la forza di alzarci... » »

archivio
premio www     DonnaClick
partecipa al sondaggio

3 novembre 2009

Dott.ssa Susanna Esposito

segretario SIPPS - Società Italiana di Pediatria Preventiva e Sociale
e responsabile del gruppo di lavoro della SIPPS sull’influenza.

 

Quali sono le cinque regole per evitare il contagio da influenza A?

  1. Lavarsi accuratamente e con regolarità le mani con acqua e sapone o con soluzione idroalcolica (che ha il vantaggio di potere essere usata anche in assenza di acqua);

  2. coprire naso e bocca con fazzoletti di carta usa e getta in caso di starnuti o tosse, gettando subito il fazzoletto nella pattumiera;

  3. starnutire, in mancanza di fazzoletti, all’interno del gomito, sui propri vestiti;

  4. evitare, se possibile, di frequentare luoghi sovraffollati e arieggiare regolarmente gli ambienti dove si vive con altre persone;

  5. praticare stili di vita sani. E, in caso di malattia, usare le mascherine.

Queste regole sono valide anche contro l’influenza stagionale, che ogni inverno interessa dal 10% al 30% della popolazione pediatrica. La nuova influenza non deve, infatti, farci sottovalutare i rischi dell’influenza “stagionale”, con una morbilità e una sintomatologia spesso ben più gravi.

 

Cosa bisogna fare in caso il bambino si ammali?

La grandissima parte dei bambini che soffrirà dell’influenza A/H1N1 andrà incontro a una sintomatologia lieve, con qualche giorno di febbre, mal di gola e tosse.
Si raccomanda che il bambino malato stia a casa a riposo e assuma farmaci sintomatici per la febbre. Il bambino può riprendere la vita di comunità dopo 7 giorni dalla comparsa dei sintomi e, comunque, solo nel caso in cui i sintomi siano scomparsi da almeno 24 ore.
È necessario rivolgersi al Pronto Soccorso solo in caso di gravi sintomi respiratori (difficoltà a respirare e aumento della frequenza di respirazione) o in caso di manifestazioni neurologiche.
I farmaci antivirali vanno utilizzati solo nei casi gravi che richiedono il ricovero in ospedale.

 

Dobbiamo vaccinare i nostri bambini?

Per quanto riguarda l’influenza stagionale, è fortemente raccomandabile che tutti i bambini, particolarmente quelli di età inferiore a cinque anni, vengano vaccinati al più presto.
Quelli con meno di nove anni che non lo sono mai stati vanno sottoposti a due dosi a distanza di un mese l’una dall’altra. Il vaccino contro la nuova influenza A/H1N1, di cui il numero di dosi disponibili è contenuto, è raccomandato ai bambini con malattie croniche.
La doppia vaccinazione (stagionale e pandemica), simultaneamente o anche a distanza ravvicinata, è possibile senza alcun rischio o effetto collaterale. Attualmente è in corso l’epidemia da influenza A/H1N1 e l’arrivo dell’influenza stagionale di quest’anno è attesa nel prossimo mese, con un picco tra gennaio e febbraio. Per questo i pediatri raccomandano ai genitori di attivarsi subito per concordare un calendario di vaccinazioni adeguato e tempestivo.

 

 

a cura di Roberta Camisasca
3 novembre 2009

 

APPROFONDIMENTI PER LE DONNE E LE MAMME


INFLUENZA H1N1 in gravidanza e allattamento
www.slog.org


  1. Note Cliniche e Epidemiologiche della Influenza A H1N1

  2. Profilassi Vaccinale e farmacologica

  3. Prevenzione della Trasmissione della Infezione - Note per le Pazienti

  4. Protocolli Ostetrici di Triage, Diagnosi e Terapia

  5. Sinossi

Scarica la documentazione in pdf »

 


NORME DI PREVENZIONE

da Lancet (agosto 2009)

Negli Stati Uniti sono stati riportati - fra il 15 aprile e il 18 maggio 2009 - 34 casi confermati o probabili di influenza da virus A(H1N1) in donne gravide, con 11 donne (32%) ricoverate. Il tasso di ricovero durante il primo mese di epidemia è risultato nelle donne gravide 0.32 per 100.000 (IC 95%: 0.13, 0.52) superiore a quello della popolazione a rischio (0.076 per 100.000; IC 95%: 0.07, 0.09).

Tra 15 aprile e 16 giugno 2009 sono state riportate 6 morti di donne in gravidanza, tutte con polmonite e successiva sindrome da distress respiratorio che ha richiesto ventilazione meccanica.

Il significato informativo di questi dati è tuttavia minimo.

Il sistema di rilevamento dei casi non consente di confrontare direttamente i tassi di ricovero delle gravide con quelli delle donne in età riproduttiva non gravide durante lo stesso periodo. La decisione di ricoverare una donna incinta è complessa e potrebbe includere considerazioni al di là della gravità della condizione: una donna gravida ha verosimilmente maggiori probabilità di essere ricoverata di una donna non gravida e questo potrebbe da solo spiegare l'eccesso di ricovero.

La morte materna è un evento molto raro e la sua stima entro un arco di tempo così ridotto è instabile. Nel caso dello studio, ad esempio, aumentando il periodo di riferimento di una sola settimana, la percentuale di morti materne fra le donne ricoverate sarebbe passata da 13% (sei di 45) a 8% (sette di 87).

Scarica la documentazione in pdf »

Fonte:
Lancet.2009 Aug 8;374(9688):451-8. Epub 2009 Jul 28
Traduzione e commento di SA.PE.RI.DOC

 

L'influenza cos'è e come si manifesta?
L'influenza è rischiosa? E come si cura? »


Ne parliamo con il Dottor Piercarlo Salari, pediatra e divulgatorre medico-scientifico, che presta la propria attività presso il Buonarroti Medical Center di Milano, Centro Polispecialistico per la salute della donna.

   In collaborazione con laradiolina.it

 
 
     
2015© ILMIOBABY.COM SRL - TUTTI I DIRITTI D'AUTORE RISERVATI