imiobabyTV

Gli altri speciali

Benessere Termale In Gravidanza
video Dott.ssa F. Rosso

Video-intervista alla
D.ssa Francesca Rosso

Specialista in Ostetricia e Ginecologia
Buonarroti Medical Center
Milano


regione trentinoGrand Hotel
Calcola la data del parto Calcola la data del parto Le curve di crescita del neonato Le curve di crescita del neonato
Le curve di crescita prenatale Le curve di crescita prenatali L'agenda mamma e bambino L'agenda mamma e bambino
Calcola la lunghezza del feto Calcola la lunghezza del feto La grafia dei nove mesi La grafia dei nove mesi
Calcola il tuo aumento di peso Calcola il tuo aumento di peso Cosa dicono i suoi disegni Cosa dicono i suoi disegni

Inserisci un nome...

e scopri il suo significato »

Nascere

Rassegna scientifica

In questo numero:
Giocare coi sogni, nutrire il desiderio, costruire progetti, coltivare speranza »

archivio
premio www     DonnaClick
partecipa al sondaggio
Le fiabe, espressione della fantasia

Anche se oggi alcuni genitori pensano che la televisione sia in grado di raccontare ai bambini le fiabe attraverso le immagini, per esempio con i cartoni animati, è bene sottolineare che i libri mantengono sempre un gran fascino su di loro, soprattutto quelli ricchi di illustrazioni.

Attraverso le figure i bambini, infatti, si avvicinano a parole sconosciute, estranee alla loro vita quotidiana, come per esempio la tigre, l'aeroplano, il grattacielo… Anche se non li hanno mai visti, cominciano a conoscerne l'esistenza. Semplicemente con le nostre indicazioni gli attribuiscono un nome e, successivamente, un significato. Sfogliare un libro con mamma e papà costituisce per il bambino un momento di grande intimità fra genitori e figli: infatti, oltre ad essere una forma di trasmissione della cultura, coinvolge emotivamente ed affettivamente i protagonisti. Inoltre, udire e vedere le parole, attribuendogli una forma grafica, li aiuta a memorizzarle e li prepara a decifrare quei segni che saranno alla base del processo di lettura.

Le fiabe hanno un particolare valore educativo. Più di ogni altra narrazione hanno la capacità di dare forma ed espressione alle fantasie dei bambini, a volte cariche di paure. I bambini riescono così a riconoscere i timori che hanno dentro di loro, ad esprimerli e a condividerli con i loro genitori.

Ricordati che:

  • Leggere una fiaba o, meglio ancora, interpretarla significa offrire a tuo figlio la possibilità di capire la realtà attraverso la fantasia.

  • Racconta una fiaba a tuo figlio non per addormentarlo, ma per entrare insieme con lui nel suo mondo magico e aiutarlo a crescere.

  • Ogni momento può andare bene per raccontare una storia, basta farlo con autentica partecipazione.

  • Se tuo figlio ti chiede con insistenza di leggergli sempre la stessa storia accontentalo. Significa che ne ha bisogno perché quella fiaba ha qualcosa di importante da offrirgli.

  • Non aver paura che la fiaba racconti storie di mostri e di violenze: l'importante è che vi sia sempre il lieto fine.

  • Non inventare fiabe per insegnare qualcosa o correggere un comportamento di tuo figlio: non servono!

  • Meglio spiegare con chiarezza ciò che vogliamo da lui e lasciare alla fiaba il compito di parlare alla sua anima.


a cura della Dott.ssa Silvia Dones
Pedagogista

 

     
2015© ILMIOBABY.COM SRL - TUTTI I DIRITTI D'AUTORE RISERVATI